31 ott 2013

a volte ritornano...

Nel mio velleitarismo ho anche frequentato e concluso (a detta di alcuni bene) una scuola da costumista,
...questo naturalmente dopo aver tentato il teatro (ma l'addormentarmi davanti a uno spettacolo di Ronconi -vedi post di ieri - era stato il primo episodio di défaillance) e prima di darmi all'illustrazione per poi passare al web...

Così neanche io so veramente chi sono

So certamente quali cose mi piacciono e quanto pesino tutte queste passioni nella mia vita di relazione...
Una cosa è certa, sono quel che si definisce UN TIPO
Cos'è un tipo? E' quello che ti dicono quando non sei bella, forse sei carina (a volte -  non sempre), ma non nel modo tradizionale, e spesso fuori dalle righe.
Un tipo è anche un modo diplomatico per dirti che non sei neanche carina, ma che hai bei capelli (qu ci vorrebbe il monologo di Sonja dello zio Vania, quello in cui lei dice che, quando non sanno proprio che complimento farti, non trovando nulla di particolarmente bello, ti dicono che hai bei capelli...)
Insomma sono un tipo che ha bei capelli

A volte vedo una foto e mi scatta un meccanismo di identificazione, talvolta volo alto e mi piacerebbe essere Coco Chanel, talvolta volo alto lo stesso ma per caso - merito di google immagini - e allora come oggi  mi identifico con la foto in alto a sinistra.
Non riesco a non approfondire, così googlo il nome della tizia fotografata: si tratta di Edith Head  (wikipedia)   - costumista da 8 premi oscar.

E' la stessa alla quale devo tre grandi emozioni...

E'  lei che ha curato la versione "bella" di Bette Davis in "Perdutamente tua "(visto almeno 6 volte titolo originale "Now voyager") che è la storia di una bruttina (dai bei capelli per l'appunto) che rifiorisce dimagrisce e diventa bella e affascinante non senza passare per una psicoterapia
...è lei che ha curato i costumi di Grace Kelly nella "Finestra sul cortile" (ricordate la camicia da notte che sta nella pochette? Una nuvola...). Ma la Grace  bella lo è sempre stata ed è sempre stata una principessa

E per finire con le principesse, ma sì ...è sempre lei che ha curato i costumi di Audrey Hepburn in "Vacanze Romane"

Così il mio ego gongola di virtù riflesse, in fondo anche la Edith era solo "UN TIPO"

Nessun commento:

Posta un commento

sicuro sicuro che vuoi commentare?