11 ott 2013

Sopravvivere a eDarling 4 - Lo spettro nascosto dietro il questionario

figura 1
Mettiamo che noi donne ( vedi lezione 3 della guida, per gli uomini dedicheremo capitoletto a parte) abbiamo caricato  la fotografia nel profilo ...
Ora dobbiamo rispondere al questionario di ammissione (che è un po' come fare il test per l'Università del single).
Il questionario pare proprio predisposto dal Don Tillman del PROGETTO MOGLIE
Dopo le minime informazioni garantite (vedi figura 1), parte una scarica di domande:
  • Cosa fai?
  • cosa ti piace
  • breve presentazione ...(qui ci vorrebbero almeno 10 lezioni)
  • vuoi figli? (a 60 anni?)
  • fumi? quanto? Le possibilità contemplate sono SOLO
    • mai
    • un paio di volte l'anno
    • circa una volta la settimana, 
    • un paio di volte alla settimana, 
    • più volte al giorno
  • bevi alcolici? quanto?  per le possibili risposte vedi casella fumo, SONO UGUALI
  • Dove abiti? (ci vuole il cap...)
  • cosa ti piace? Segnalo la casella spuntabile Teatro/Cabaret/Opera/Balletto
  • descriviti  in due parole (eh  già sono proprio due: sono sola)
  • Quanto sono importanti i soldi o quanto guadagni ? (basterebbe scrivere poco - abbastanza - molto - sfrontatamente)
  • Senza contare tutte le altre domande che, giustamente, visto che sei arrivato a un sito di incontri e ti stai registrando aggratis, TI MERITI TUTTE (come ti meriti tutta la frustrazione di dover ammettere -se non apertamente, in un franco colloquio con te stessa - che  tra le tue attività preferite nel tempo libero stanno ai primi posti  la TV e lo shopping compulsivo)
  • ...
  • ...
e finalmente, quando le enneeunmila domande  del questionario finiscono (e sopravvolo sull'infografica  del test psicologico che ne risulta, se hai risposto a tutte quante) e, finalmente - dico - dopo aver sicuramente barato nella caselle fumo o bevo se non sei tra "un paio di volte alla settimana" e "più volte al giorno" , e, finalmente - ridico -sei dentro, anche tu, a cercare il tuo pesciolino gemello, dopo tutta questa fatica, le conseguenti lotte intestine tra mi definisco carina, piacente o "non sta a me dirlo", lo sforzo di trovare parole spiritose o allettanti, ma non volgari, né oscure né troppo esplicite, nel famoso precario equilibrio tra donna "contorni netti" e "donna mistero" di cui già si è detto, tra donna e Donna, tra la tua parte timida e quella un po' zoccola...

ECCO...
alla prossima puntata...

Nessun commento:

Posta un commento

sicuro sicuro che vuoi commentare?