17 dic 2013

chi è di scena?

Non sapevo se avrei dovuto mettere quel vestito nero.
Faceva troppo lutto.
E poi si sa, se metti il nero gli uomini non ti guardano.

Io lo so perché mi vesto spesso di nero, anche un po’ di bordeaux, ma soprattutto di grigio e nero. Allora, mi dicono, è perché non ti vuoi far vedere.
Faccio parte degli invisibili.
Quelle persone che si confondono con la tappezzeria, che fai fatica a spiccicare dal contesto che anche se hanno tratti ben distinti e talvolta persino invadenti sono così emergenti da affondare nel tutto.
Il contrario di lord Brummel, per intenderci, del quale si notava l’assenza.
Di queste, di me, non si nota la presenza.
Nero per nero mi mangio un quadratino di fondente nero…così per consolarmi.
Sto in disparte a guardare il tutto che accade nella bolla chiara fuori di me o decido di mettermi un vestito colorato (Patrizia ha detto addirittura rosso) perché (sempre secondo Patrizia) così la gente mi vede.
Un tempo mi coloravo anche i capelli color liquirizia….
Avevo deciso di botto di vestirmi di nero, perché nessuno mi notava. Allora - ho detto - se mi vedono tutta scura mi porteranno rispetto, e ho messo anche del rossetto viola sulla bocca come a dire “ti voglio fare un po’ di paura; non sono quella timida e paurosa che sembravo, ecco ora sono spuntata fuori e mi devi vedere”
E per un po’ mi hanno vista.

Boh, ora è il contrario.
Voglio farvi una sorpresa natalizia.
Mi svelo, e per svelarmi mi impacchetto con la carta regalo.
Un bel fiocco in testa (mi noteranno?) e un vestito a fiori.
Ora cerco nell’armadio, mentre mi mangio un altro po’ di cioccolata fondente che mi piace tanto.
I vestiti a fiori ce li ho, li compro perché penso sempre che un domani, quando sarò grande o cioè vecchia, voglio i capelli bianchi bianchi e i vestiti a fiori e gli occhiali all’insu come le donne americane, che mi fanno tanto sorridere.
Quei vestiti fantasia di quella stoffa molto artificiale che se la lavi dopo 5 minuti è già asciutta.
Così vorrei essere: capelli bianchi, occhiali all’insu e vestito a fiori, seduta su un dondolo sotto il portico di una casa americana di tipo coloniale
O forse no, vorrei essere una vecchia zitella inglese - ma allora ci vorrebbe piuttosto del tweed -  una zitella che mangia biscotti di pasta frolla tutto burro (ah vorrei invecchiare subito per non pensare alla linea) e cammina per quei bei cimiterini di campagna con le lapidi grigie un po’ tutte uguali che spuntano dall’erba verde e rasa di un paesaggio tondeggiante.
Il mio gatto mi seguirebbe, ogni tanto distratto dagli uccellini che qua e là come in un film di Disney mi volerebbero tutti intorno.
Ma sì, lo so, mi mancano Gas e Giac che aiutano a fare il vestito di cenerentola e la zucca e la fatina magica che con un oplà mi trasforma in una persona reale.

Allora mi dicevo: meglio mettere il solito abito nero
Non si fa fatica e si osserva la scena dalla quinta in attesa di entrare a dire la propria battuta.
Anche se sono solo due righe.
Ma è da quelle, dice il regista all’attore timido, è da quelle due righe – dice - che dipende la commedia
Allora:
“Buon natale
E felice anno nuovo”
Ok,  ora ritorno nel buio e mi mangio un altro quadratino.

Questo racconto partecipa all'EDS Nero di Natale di donna Camèl insieme a:

Per favore non chiamarmi Barbie
Zebre e savane
Placida come il fiume
Madeleine
Natale con soffritto
Pedalata nera
Il quadro capovolto seconda parte
Una vita segnata
Nero Livido

9 commenti:

  1. Ma il nero è sempre elegante.

    RispondiElimina
  2. Avevo un'amica che vestiva sempre di nero, persino lo smalto che passava sulle unghie era nero. Non si sentiva amata di conseguenza non si amava, poi finalmente ha cambiato la sua vita, e anche i colori sono cambiati.

    RispondiElimina
  3. Bellissimo, poetico, bellissimo!

    RispondiElimina
  4. il nero snellisce.... puoi mangiarti tutta la tavoletta di cioccolato senza pensarci troppo !!!

    RispondiElimina
  5. Le donne in nero hanno fascino da vendere

    RispondiElimina
  6. Amo le donne in nero che mangiano cioccolato.
    Amo le donne in nero.
    Amo le donne.
    Amo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. amò, ti rispondo alla romana,
      amò ...
      mi ha fatto molto piacere il tuo commento

      Elimina
  7. Le donne in nero sono sofisticate...mi piace il ritmo della tua scrittura

    RispondiElimina

sicuro sicuro che vuoi commentare?